Nell'anno che viene...

Stampa

Si chiude un anno importante, segnato, in Europa, da due eventi fondamentali: il terremoto elettorale del 4 marzo in Italia ed il movimento dei Gilet Gialli in Francia. Il secondo ben più importante del primo: per la prima volta da decenni, un popolo, con l'azione diretta, ha piegato il potere, mentre qui da noi si conferma che non puoi piegare il potere per mera via elettorale.

Dalla Francia è giunto un segnale a tutti i popoli d'Europa. Che quello italiano sia il primo a raccoglierlo nell'anno che viene.

Ma chi sono davvero i Gilet Gialli — a proposito, incontriamo a Roma, il 12 gennaio, una loro delegazione —, cosa chiedono?

Qui quello che consideriamo il più bel reportage sulla loro battaglia.

 

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.