Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi5836
mod_vvisit_counterUltima settimana130424
mod_vvisit_counterUltimo mese580448

Strategia rivoluzionaria

Come respingere la mobilitazione sciovinista

E-mail Stampa

Un intervento sull’articolo di Moreno Pasquinelli su «Immigrazione e rivoluzione»

Sulle questioni sollevate dall'articolo di Moreno Pasquinelli ci è pervenuto questo intervento di Roberto Nadalini, che pubblichiamo volentieri. Ci auguriamo che su questi temi si apra un vero dibattito  tra i comunisti e gli antimperialisti.
Chi desidera inviare un proprio intervento scriva a
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Mi è capitato ultimamente di leggere l'articolo di Moreno Pasquinelli (di seguito MP) intitolato “Immigrazione e rivoluzione”. Come sempre, ho potuto apprezzare il coraggio intellettuale dell'autore e la sua capacità di provocare dibattiti tutt'altro che banali. Tuttavia, questa volta ho avuto l'impressione di imbattermi in una presa di posizione che presenta non pochi rischi per i fini del movimento (aspirante) rivoluzionario. Ciononostante, lungi da me gridare allo scandalo: mi sembra più opportuno tentare di articolare una risposta coerente.

Leggi tutto...
 

Immigrazione e rivoluzione

E-mail Stampa

Riflessioni critiche su un fenomeno scottante

Si è svolta a Roma, il 17 ottobre scorso, una manifestazione nazionale contro il razzismo il cui successo è stato determinato non solo dalla massiccia partecipazione di immigrati, ma anche grazie all’impegno di tanti organismi di base della sinistra politica, sindacale e sociale. L’appello, dopo una sacrosanta premessa che riporta alla drammatica situazione che i migranti soffrono in Italia, quelli scampati alla morte nel Canale di Sicilia, snocciolava diverse rivendicazioni, la maggior parte assolutamente sacrosante, un paio decisamente discutibili: «Accoglienza per tutti» e dunque «Regolarizzazione generalizzata di tutti».

Leggi tutto...
 

L' "utopia astratta" e il mio Stalin

E-mail Stampa

Un articolo di Domenico Losurdo sul Manifesto
Polemizzando col mio ultimo libro (Stalin. Storia e critica di una leggenda nera, Carocci), senza neppure riuscire a scrivere correttamente il mio cognome, Rina Gagliardi fa un'affermazione perentoria, in base alla quale io sarei «tornato a occupare il ruolo di intellettuale di riferimento di Rifondazione comunista».
In realtà, per quattro numeri consecutivi Liberazione ha preso di mira il mio libro, talvolta con critiche legittime espresse da due stimati intellettuali (Liguori e Prestipino), in altri casi con insulti a opera di alcuni membri della redazione. Dopo di che, al sottoscritto è stato negato il diritto alla replica.

Leggi tutto...
 

Prospettive rivoluzionarie nel XXI secolo

E-mail Stampa

 

Nel 1938 Trotskij fondava la Quarta internazionale a partire da un presupposto: come nel corso del primo conflitto mondiale, così nel corso del secondo conflitto mondiale che ormai si profilava si sarebbe verificata la trasformazione della guerra imperialista in guerra civile rivoluzionaria e ne sarebbe derivata un’ondata rivoluzionaria ancora più gigantesca di quella che aveva segnato la nascita della Russia sovietica. In effetti, un’ondata rivoluzionaria scuoteva l’intero pianeta ma si sviluppava secondo modalità diverse e contrapposte, a partire da guerre di resistenza e liberazione nazionale contro l’imperialismo: ciò non valeva solo per l’Unione Sovietica impegnata nella Grande guerra patriottica o per la Cina, o per la Cecoslovacchia, la Jugoslavia, l’Albania; anche per paesi capitalistici più o meno avanzati quali la Grecia, l’Italia, la Francia, la rivoluzione si sviluppava come guerra di liberazione nazionale diretta dal partito comunista.

Leggi tutto...
 

Dall'imperialismo alla globalizzazione

E-mail Stampa

In ricordo di Georges Labica
Con Georges Labica è morto uno dei principali filosofi marxisti del nostro tempo. Lo vogliamo ricordare con le parole di Sergio Manes e con un suo scritto sull’imperialismo, pubblicato su l’Ernesto all’inizio del 2002. Labica non era solo un teorico che aveva ben chiara la centralità della questione dell’imperialismo. Chiara era anche la sua posizione politica, come avemmo modo di apprezzare nel 2005 quando diede il suo appoggio alla battaglia per poter realizzare la conferenza internazionale a sostegno della Resistenza irachena.
Il lucidissimo testo che pubblichiamo è importante sia per il contenuto – la globalizzazione come il “nuovo imperialismo” di Lenin – sia perché è stato scritto nel momento della massima offensiva dei teorici della globalizzazione intesa come negazione del concetto di imperialismo.

Leggi tutto...
 
Pagina 5 di 5

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home Strategia rivoluzionaria