Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi1429
mod_vvisit_counterUltima settimana126958
mod_vvisit_counterUltimo mese864343

Haiti

Il Pentagono sta usando Haiti come campo d'addestramento per l'Afghanistan

E-mail Stampa

Un recente rapporto di Stars and Stripes rivela la vera natura dell'operazione militare statunitense ad Haiti. Unità di combattimento provenienti da Iraq e Afghanistan sono state schierate ad Haiti per compiere una missione umanitaria. Al contrario, il territorio di Haiti viene usato come campo di addestramento militare per le forze di combattimento prive di esperienza in teatri di guerra.
Il rapporto Stars and Stripes (14 Mar 2010) recita: "I marines dispiegati ad Haiti per portare i primi soccorsi a seguito dell’emergenza dovuta al devastante terremoto del gennaio scorso sono già in fase di addestramento per i combattimenti in Afghanistan".

Leggi tutto...
 

Il sequestro di Haiti

E-mail Stampa

Il sequestro di Haiti è stato rapido e grossolano. Il 22 gennaio gli Stati Uniti hanno ottenuto il “formale beneplacito” delle Nazioni Unite di impossessarsi dei porti ed aeroporti di Haiti, e di “mettere in sicurezza” le strade. Nessun Haitiano ha firmato questo accordo, che non ha niente di legale. Regna l'egemonia, col blocco navale americano e l'arrivo di 13.000 marines, forze speciali, spie e mercenari, nessuno di questi addestrati ai soccorsi umanitari.

Leggi tutto...
 

Priorità Usa ad Haiti: blocco navale e occupazione militare per impedire l'esodo verso la Florida

E-mail Stampa

Incapacità degli Stati Uniti d’America di gestire l’assistenza umanitaria ad Haiti? A questo interrogativo si rifanno le critiche mosse dai mass media al governo di Washington per il caos del dopo terremoto che in due settimane ha aggiunto qualche decina di migliaia di morti ai 200.000 del sisma.
I fatti, non le opinioni, dimostrano che le priorità degli Stati Uniti sono ben diverse, sacrificano anche se non azzerano gli intenti umanitari e si articolano su una mobilitazione di mezzi bellici senza precedenti in tempi di pace.

Leggi tutto...
 

L'ultima tragedia di Haiti

E-mail Stampa

Un Paese da sempre vittima del colonialismo e dell’imperialismo

Il 2010 si è aperto con le scene apocalittiche del terremoto di Haiti.
Spesso le catastrofi naturali, che naturali del tutto non sono quasi mai almeno per quel che riguarda gli effetti, riescono ad illuminare le ingiustizie del mondo meglio di accurate analisi scientifiche.
Questo è il caso di Haiti, un paese poverissimo da sempre vittima del colonialismo e dell’imperialismo.
La povertà di Haiti è racchiusa in pochi dati. In un territorio di 27.750 Kmq vivono più di 8 milioni di abitanti, con una densità di circa 300 abitanti a Kmq. Il Pil pro-capite era pari nel 2002 a 410 dollari annui ad abitante. L’80% della popolazione vive sotto la soglia della povertà. L’1% dei mulatti possiede il 50% della ricchezza nazionale, il 90% (nero) non possiede niente. La mortalità infantile è addirittura del 74 per mille, la speranza di vita è di 50,5 anni per gli uomini e di 53 anni per le donne. Il 2% degli abitanti è sieropositivo all’AIDS. Il 50% della popolazione in età lavorativa non ha un lavoro fisso.

Leggi tutto...
 

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home Secondo Fronte Haiti