Campo Antimperialista Italia

Campo Antimperialista - Italia

mod_vvisit_counterOggi4006
mod_vvisit_counterUltima settimana141379
mod_vvisit_counterUltimo mese692007

Strasburgo: le proteste contro la NATO contrastano l’Obamania

E-mail Stampa

La recente visita di Obama in Europa è stata caratterizzata da una clamorosa grancassa mediatica che lo ha quasi dipinto come una colomba di pace. In questo momento ci sono infatti diffuse speranze in un cambiamento della politica estera statunitense verso una minore aggressività e tendenza alla guerra, speranze che fanno sì che molte persone siano riluttanti a scendere in piazza. Ciononostante, il fatto che circa 30.000 persone hanno marciato (o hanno provato a farlo, dato il divieto di fatto) a Strasburgo contro il vertice della NATO, incrina l’affermazione mediatica per cui l’Europa avrebbe acclamato Obama. La massiccia mobilitazione anti NATO sta infatti a ricordare che il ruolo imperialista degli USA e della NATO non è mutato.

Leggi tutto...
 

Quando tutto fa brodo

E-mail Stampa

L’election day del successore di Veltroni
Poi dicono di non voler strumentalizzare il terremoto…
Se Berlusconi lo usa oscenamente come palcoscenico quotidiano, per Franceschini è il nuovo pretesto per salvare il referendum truffa sulla legge elettorale. L’obiettivo truffaldino di disegnare un bipartitismo per legge val bene l’imbroglio di un quorum raggiunto surrettiziamente grazie all’election day.

Leggi tutto...
 

Lacrime di coccodrillo

E-mail Stampa

Abruzzo-Iraq-Afghanistan-Gaza…

 

Ci ha presi la curiosità di sapere (…) se, in una parola, le lacrime che si piangono in basso possano far piangere come quelle che si piangono in alto.”      
 

E. e J. De Goncourt in “Germinie Lacerteux”

Leggi tutto...
 

Prospettive rivoluzionarie nel XXI secolo

E-mail Stampa

 

Nel 1938 Trotskij fondava la Quarta internazionale a partire da un presupposto: come nel corso del primo conflitto mondiale, così nel corso del secondo conflitto mondiale che ormai si profilava si sarebbe verificata la trasformazione della guerra imperialista in guerra civile rivoluzionaria e ne sarebbe derivata un’ondata rivoluzionaria ancora più gigantesca di quella che aveva segnato la nascita della Russia sovietica. In effetti, un’ondata rivoluzionaria scuoteva l’intero pianeta ma si sviluppava secondo modalità diverse e contrapposte, a partire da guerre di resistenza e liberazione nazionale contro l’imperialismo: ciò non valeva solo per l’Unione Sovietica impegnata nella Grande guerra patriottica o per la Cina, o per la Cecoslovacchia, la Jugoslavia, l’Albania; anche per paesi capitalistici più o meno avanzati quali la Grecia, l’Italia, la Francia, la rivoluzione si sviluppava come guerra di liberazione nazionale diretta dal partito comunista.

Leggi tutto...
 

Appello urgente: a Gaza un assedio di fuoco in luogo del cessate il fuoco

E-mail Stampa

Azioni fortemente necessarie, dato il severo controllo dei confini….Pazienti che continuano a morire e un pedaggio di 313 morti mentre non c'è uscita, medicine insufficienti….Decine di migliaia di profughi….Ricostruzione non permessa…..Povertà estrema e disoccupazione che paralizzano la vita……La libertà di movimento è un tabù…

 

Scienza, politica e terremoto

E-mail Stampa

“Chi è l’imbecille?”
Questa domanda abbastanza retorica circola ormai da lunedì mattina, quando il Commissario “a tutto” (terremoto, rifiuti campani, beni archeologici di Roma, G8 alla Maddalena ecc.), Guido Bertolaso, ha iniziato a capire come spesso la presunzione possa giocare scherzi davvero brutti ed imprevisti.
Sarebbero molte le cose da dire sul terremoto abruzzese, a partire dall’inesistenza della prevenzione antisismica fino alla fragilità indecente di strutture pubbliche fondamentali come gli ospedali.

Leggi tutto...
 

Iraq, gli Stati Uniti affondano sempre più nella lotta tra sunniti e sciiti

E-mail Stampa

Barak Obama ha appena visitato l’Iraq dove ha ostentato il consueto ottimismo affermando:  «È arrivata l’ora della transizione per gli iracheni» «È importante per gli Stati Uniti dare sostegno ai dirigenti iracheni perché trovino una soluzione a questioni quali la condivisione del potere fra sciiti e sunniti o la ridistribuzione dei ricavi delle risorse petrolifere». Il presidente ostenta ottimismo, riservando invece manifeste preoccupazioni per l’Afghanistan e il Pakistan.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 571 di 619

Vademecum della Sinistra contro l'Euro

OLTRE L'EURO

GLI INTERVENTI VIDEO-FILMATI DEL CONVEGNO DI CHIANCIANO TERME

# SEMINARIO ECONOMISTI
«Oltre l'euro, per andare dove?»

- Lo spot di apertura del Convegno
- L'introduzione di Pasquinelli
- La prolusione di E. Screpanti

# TAVOLA ROTONDA
«Quale società per il futuro»

- L'intervento di Ernesto Screpanti
- L'intervento di Giorgio Cremaschi
- L'intervento di Norberto Fragiacomo
- L'intervento di Claudio Martini
- L'intervento di Moreno Pasquinelli

# LE REPLICHE
- Moreno Pasquinelli

# FORUM
«La sinistra, la crisi, l'alternativa»

Introduzione di Nello De Bellis
- Diego Fusaro
- Francesca Donato
- Valerio Colombo
- Marino Badiale
- Ugo Boghetta
Siete qui: Home

Per migliorare la tua navigazione su questo sito utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.